Il viaggio non finisce mai

Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: “Non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l’ombra che non c’era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito.

Josè Saramago



Compie 60 anni il mitico Bully della Volkswagen

 

3603588292_119f320dd7.jpg

Il sessantesimo compleanno del mitico Bully celebrato in un bell’articolo apparso su Repubblica 

 

 

IMG00038-20100316-1433.jpg

Il mio Joker Westfalia con solo 24 anni di vita alle spalle può definirsi il nipote del nonno Bully e sicuramente ha ancora tanti km da percorrere e infiniti luoghi da visitare 🙂

 www.jokeristi.it

 

 

 

www.biodanzando.it

SERVAS: molto di più che un semplice viaggio

viandante.jpgIn questi ultimi anni sono sorti parecchi portali al fine di favorire lo scambio di abitazioni da una parte all’altra dell’emisfero tra viaggiatori.

Un’opportunità per viaggiare in maniera economica risparmiando il costo dell’alloggio. Una bella iniziativa anche se non tutti hanno la possibilità di offrire il proprio alloggio per svariati motivi e comunque la qualità del viaggio resta sempre di stile prettamente turistico.

Ecco alcuni dei portali principali dove chi vorrà potrà organizzarsi per dei bei viaggi in giro per il mondo:

http://www.scambiocasa.com

http://www.home-exchange-holidays.com/italiano.html 

Esiste anche da moltissimi anni un’associazione internazionale che pure favorisce il viaggio in maniera economica in giro per il mondo ma le finalità di fondo sono ben diverse: il SERVAS.

Lo scopo è quello di favorire la pace e la cooperazione tra i popoli ed il turismo come possibilità di vivere il luogo prescelto dal punto di vista di chi ci abita tutto l’anno usufruendo della sua compagnia e delle relative dritte. 
Sicuramente un viaggiare ben diverso da quello del turista che si lascia trascinare nei circuiti già scelti a priori dai grandi network imprenditoriali del turismo di massa.

Io sono socio del Servas già da parecchi anni e penso che chi non conosce questa realtà faccia bene a dare un’occhiata………Buon viaggio!!

http://www.servas.it/php/cosa_e_servas.php?&tab=2 

 Segnalo anche un network più giovane del Servas che si prefigge un pò gli stessi obbiettivi e cioè quelli dello scambio di ospitalità e dell’incontro con persone nuove all’insegna della pace e condivisione
http://www.couchsurfing.com/ 
simpatico anhe il nome del network che invita a “surfare” tra un divano e l’altro…..:-)

www.biodanzando.it