La scienza spiega come i nostri pensieri modificano le emozioni e il corpo

Un contributo di natura scientifica che conferma, grazie alle neuroscienze cognitive, ciò che i mistici, i filosofi e gli psicologi avevano già da tempo affermato.

I nostri pensieri ripetitivi hanno il potere di costruire scenari negativi e appartiene ad ognuno di noi la responsabilità  di trasformarli e direzionarli verso un maggior benessere personale e collettivo

 

Riprendono i corsi settimanali di Biodanza a Genova

biodanza, genova, benessere, crescita personaleDopo la pausa per le festività natalizie e lo stage-vacanza di Capodanno riprendono dal 9 Gennaio i corsi settimanali di Biodanza a Genova che continueranno fino a Giugno.

I due corsi settimanali sono nel centro di Genova al Lunedì sera alle 20.30 e al Giovedì alle 19.30 e come consuetudine la ripresa di Gennaio è un ottimo momento per venire a fare una serata di prova per iniziare l’anno nuovo con vitalità e apertura al mondo, poi chi lo riterrà un pecorso adatto alle proprie esigenze potrà inserirsi nel corso settimanale.

A questo link le informazioni dettagliate sui due corsi settimanali a Genova.

Ti aspettiamo per tutto il mese di Gennaio per una serata di prova. PASSAPAROLA!   

Riprendono i corsi settimanali di Biodanza a Genova

biodanza,crescita personale,biodiscipline

 

 

La prossima settimana con le presentazioni gratuite della Biodanza e dei nuovi corsi parte la stagione 2011/12 che proseguirà fino al prossimo giugno.

 

Queste le date, gli orari e le location delle presentazioni


Lunedì 26 settembre dalle 20.30 alle 22.45 in Via San Vincenzo, 48nero 
Sala Alicia Vronska.

Giovedì 29 settembre dalle 19.30 alle 21.30 in Salita San Matteo, 19/16  
Centro Ametista (da quest’anno denominato Spazio Mai Uei)

 

 

I corsi inizieranno a ottobre sarè possibile fare una serata di prova anche a corso iniziato 339-5459651

Ti aspettiamo e, se hai piacere,…Passaparola!


altre informazioni sui corsi e sulla Biodanza

 

 

 

Il Festival di Biodanza 2011

logomartino_vettoriale_2011 ridotto.jpg

 

diversi…
 ma insieme

 4 giorni di Biodanza e 
altre discipline olistiche con
attività di gruppo, video, incontri, 
amicizia, relax e bagni in piscina termale

 

 

 

L’IDEA DI UN FESTIVAL

Questo Festival nasce dal desiderio di creare un evento dove la cooperazione e le sinergie tra gli operatori siano al centro del progetto non solo nell’ambito della proposta di Biodanza ma anche aprendo gli orizzonti verso altre discipline affini per metodologie ed obbiettivi.

Cercheremo di offrire un evento che giri intorno ad alcune peculiarità che riteniamo centrali e che possiamo riassumere in:

  • uno spazio che favorisca l’incontro umano e le buone relazioni
  • la sperimentazione di una pluralità di tecniche che favoriscano il benessere e la consapevolezza di sè
  • la Biodanza come fulcro centrale da cui partire e spingersi oltre
  • una struttura dell’evento agile e stimolante per i partecipanti 
  • un ambiente rilassante  grazie alle terme e al centro benessere

   

E’ prevista una riduzione sulle quote di partecipazione al Festival per chi prenoterà entro il 23 settembre

 

 

Tutte le informazioni sul Festival si trovano alla pagina web del sito >>

 

e sul blog del Festival>>

 

 

Fattori di sviluppo etico-sociali

biodanza, psicologia, Quali sono i fattori che influenzano il comportamento etico-sociale e quali possono pregiudicarlo?

 

Se una delle sfide più rilevanti di questo secolo sarà volta allo sviluppo di una coscienza etica collettiva in grado di condurci oltre il mero desiderio di soddisfacimento dei bisogni individuali  e di renderci capaci di valorizzare il benessere della collettività sui differenti  piani: ambientale, sociale, politico e relazionale, oltre che percepirci come cellule di un unico organismo omnicomprensivo, come realmente risulta essere la nostra appartenenza alla specie umana e all’ambiente che ci ospita, allora la domanda in premessa ricoprirà certamente una posizione centrale per i prossimi decenni.

 

Prima di poter parlare di coscienza etica è indispensabile un buona capacità di giudizio morale e un buon livello di sviluppo morale  laddove  il secondo è in relazione con lo sviluppo cognitivo e sociale e il primo si riferisce invece al comportamento e alle scelte individuali

Lo sviluppo del senso morale inizia già nella prima infanzia e si intende raggiunto quando il comportamento non andrà contro l’ordine sociale in virtù di una scelta consapevole e non soltanto per il timore della punizione.

Piaget individuò due stadi principali di sviluppo morale dove nel primo stadio (morale eterenoma) la validità dei principi dipende dall’autorità che lo ha emesso e nel secondo stadio (autonomia morale) l’intenzione e il contesto assumono un ruolo centrale nella valutazione del comportamento, il secondo stadio non può essere raggiunto prima degli otto anni.

Kohlber si spinse oltre individuando tre livelli nello sviluppo del pensiero morale: quello preconvenzionale sotto i nove anni, quello convenzionale relativo al periodo dell’adolescenza e quello postconvenzionale al quale si giunge dopo la maggiore età. Soltanto chi perviene a un pieno sviluppo del livello postconvenzionale potrà raggiungere la condizione più alta dello sviluppo morale: quello dei PRINCIPI ETICI UNIVERSALI.

Si tratta di una condizione  raggiunta soltanto da una minoranza di individui e che è quella in cui si risponde alla propria coscienza ispirati da valori universali

 

La ricerca in materia  indica che lo sviluppo del senso morale è favorito da contesti relazionali ed educativi positivi in grado di permettere l’interiorizzazione delle norme, in particolare laddove sono presenti fattori come la cura, il calore, l’accettazione, l’assenza di autorità e la presenza di norme chiare con la possibilità di discuterle riconoscendo anche l’adeguatezza delle punizioni.

Secondo gli studi di Kholberg non esiste una relazione specifica tra giudizio morale e azione morale salvo in alcuni casi delinquenziali e di bullismo dove risulta sostanziale la mancanza di empatia nel cogliere il dolore altrui.

Pertanto se un ponte esiste tra queste due aree è identificabile proprio nell’empatia, l’emozione intesa come chiave d’accesso alla comprensione del dolore altrui attraverso una rappresentazione mentale e sociale della vittima, si parla in questo caso di emozione morale.

Sembra quindi evidente anche dalla ricerca  che lo sviluppo dei principi etici universali in un sempre maggior numero di individui debba passare attraverso percorsi che valorizzino il contatto con le proprie emozioni e la capacità di entrare in empatia con l’altro, in definitiva ciò che alcuni autori definiscono come intelligenza emotiva e affettiva.

 

Riccardo Cazzulo

Vittima e carnefice

Tantra.jpgIl Tantra dice: “Se non godi te stesso, non potrai mai aiutare nessuno a godere”. Se non sei veramente pago di te stesso, non puoi essere utile agli altri; non puoi aiutare gli altri a raggiungere la propria soddisfazione. Se non stai straripando di estasi, di beatitudine, sei un pericolo per la società, perché una persona che si sacrifica diventa sempre sadica. Se tua madre, parlando con te, continua a ripeterti: “Ho sacrificato me stessa per te”, ti torturerà. Se il marito ripete continuamente alla moglie: “Io mi sto sacrificando”, sarà un torturatore sadico, e torturerà l’intera famiglia. Il sacrificio è un semplice trucco per avere poi la libertà di torturare l’altro.

Osho

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Tantra

Biodanza alle Terme – Pasqua 2011

pasqua2011.jpg

GIOCHI E COLORI DI PRIMAVERA

22-25 aprile 2011

Sarà questo il tema dello Stage-Vacanza di Pasqua alle Terme di Abano.

Un appuntamento che si rinnova per il quarto anno consecutivo e che sempre è stato motivo di benesssere, allegria e condivisione in un piacevole gruppo.

Quest’anno il tema sarà quello del rinnovamento di primavera e dell’incontro con il gioco ed i colori attraverso le pratiche laboratoriali tipiche della Biodanza alternate alla Biodanza in acqua termale.

Il programma completo è a questo link:

http://biodanzando.it/pasqua.htm

 

SETTEGIORNIDIBENESSERE – eventi gratuiti a Genova 21/27 marzo 2011

logocoordinamento.gifDopo i tre convegni BENESSERE è QUALITA’ organizzati negli scorsi anni nelle prestigiose locations dei Magazzini del Cotone (2007), Villa Lo Zerbino (2008) e Biblioteca Berio (2009) quest’anno l’evento si prende più tempo e più spazio prolungandosi per ben un’intera settimana.

In concomitanza con l’inizio della primavera dal 21 al 27 marzo la maggior parte delle associazioni aderenti al Coordinamento Ligure Discipline Olistiche (Cldo) apriranno le loro porte al pubblico dalla mattina alla sera con una fitta offerta di eventi relativi al benessere e alla crescita personale. In alcuni casi si potrà partecipare ai gruppi già attivi nelle associaizoni ed in altri casi sono stati organizzati workshop ad hoc per l’occasione, inoltre sarà possibile prenotarsi anche per trattamenti individuali delle più svariate tecniche di massaggio ed energetiche. Oltre a Genova ci saranno anche eventi a Savona e Finale Ligure.

Da parte mia sarò presente a nome dell’Associazione Biodanzando con tre proposte di gruppo di Biodanza e di Counseling:

SERATA DI BIODANZA  APERTA A TUTTI  
Via San Vincenzo, 48 nero – Genova 
Lunedi’ 21 marzo dalle 20.30 – 22.30
nel contesto del gruppo settimanale del lunedì

 

  LABORATORIO DI COUNSELING  DI GRUPPO A TECNICHE ATTIVE  
Salita San Matteo, 19/16 – Genova  
Giovedi’ 24 marzo dalle 20.15 – 22.30
serata unica organizzata appositamente per la settimana del benessere

 

MINISTAGE DI BIODANZA SOCIALE APERTO A TUTTI 
Via San Vincenzo, 48 nero – Genova 
Sabato 26 marzo dalle 17.00 – 19.30
evento unico organizzato appositamente per la settimana del benessere

http://biodanzando.it/liguriaolistica.htm

a questo link è possibile scaricare la brochure dettagliata dell’evento con tutti gli orari e le sedi

http://www.liguriaolistica.it/liguria_olistica/settimana_del_benessere_files/DEPLIANT%20SETTEGIORNIDIBENESSERE%2027-2%20ore%201100.pdf

Vi aspettiamo numerosi!!!

 

altre info sul Coordinamento Ligure Discipline Olistiche
www.liguriaolistica.it 

 

Counseling e Psicoterapia di qualità accessibile a tutti

bussola.jpgAll’avanguardia ed in linea con i tempi mi sembra l’iniziativa del Dott. Piperno.

Come risulta dalle statistiche oltre il 27% dei cittadini ricorrono a interventi di Counseling o Psicoterapia per far fronte a problemi di vita quotidiana nei quali periodicamente un pò tutti ci possiamo imbattere

“un ventaglio ampissimo di problematiche, dai problemi scolastici, relazioni genitori-figli, problemi di coppie e famiglie, passando da situazioni oramai molto comuni come depressione e attacchi di panico, i disturbi psicosomatici, le patologie dipendenti-compulsive come il gioco d’azzardo, fino a situazioni ancora più severe”

queste le motivazioni di base oltre al desiderio di un sempre maggior numero di persone di intraprendere percorsi di crescita personale per conoscersi meglio e per prevenire disagi anche quando tutto sembra andare per il meglio.
Daltronde non si smette mai di crescere e di progredire a tutti i livelli se non al termine della vita stessa, si tratta di un bisogno insito nella natura umana.

Questa l’iniziativa coordinata dal Dott. Piperno:

Immaginate un servizio di psicoterapia e counseling psicologico di qualità aperto a tutti, indipendentemente dalle possibilità di reddito. Un servizio dove potete rivolgervi anche se siete squattrinati, dove chi può paga e chi non può non paga. È pensabile che in Italia comincino ad esistere servizi del genere o è solo un sogno?

continua a
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/07/psicoterapia-di-qualita-per-tutti-e-possibile/95863/