L’arlecchino di Enrico Bonavera a La spezia

Assolutamente da non perdere nell’ambito del Festival Teatrale Nazionale TEATRIKA  che si sta concludendo a Castelnuovo Magra (sp) lo spettacolo

 

l_1efe4d4f59d948a3bd7b04e5a2cf80b5.jpg

“I SEGRETI DI ARLECCHINO”

Incursione guidata nel mondo della Commedia dell’Arte
di e con Enrico Bonavera

 

La Commedia dell’Arte è all’origine del Teatro Europeo Moderno. A lei devono il proprio mestiere Molière, Shakespeare, Lope de Vega, Goldoni… Al suo nome si associa subito – anche se in maniera non del tutto esatta – l’ immagine di un teatro di Maschere, e la Maschera ne è a tutt’oggi l’Icona. Ma la maschera – questo strumento di magia che ci giunge in realtà dai tempi ben più remoti della preistoria, attraverso il teatro greco e latino – è anche il simbolo stesso dell’arte dell’attore che, a seguito di un lungo apprendistato psicofisico, moltiplica la propria personalità, o forse “rinuncia” ad essa, per dare vita ad altri e diversi personaggi.

 

 

ENRICO BONAVERA, un attore completo.

Enrico Bonavera è nato a Genova nel 1955. Da più di trenta anni lavora per il Teatro con una concezione completa del Mestiere e dell’Arte. Oltre che attore, infatti Bonavera è autore, regista e docente.  […..]

Oggi la sua fama internazionale è dovuta ai ruoli di Brighella e Arlecchino nel celebrato “Servitore di due padroni”, lo spettacolo cult diretto da Strehler, che ancora vive grazie al Piccolo di Milano e al grande Ferruccio Soleri, di cui Bonavera è diventato l’erede naturale, quindi Enrico Bonavera è il nuovo Arlecchino nella Storia del Teatro. Ha calcato i palcoscenici del mondo intero, perchè le tournee di Arlecchino lo hanno portato, oltre che in tutta Europa, in Asia, America, Africa e Oceania.   […..]

Le dimostrazioni di lavoro, che sono in realtà sempre lezioni e spettacoli, sono ideate e realizzate da lui stesso. Da docente vanta numerose docenze: Scuola di Recitazione dello Stabile di Genova […..]

 

Le altre informazioni sulla spettacolo, il festival e l’autore a questo link
http://www.teatrika.it/festival/dettaglio-programma/6-i-segreti-di-arlecchino.html

 

un precedente post sullo stesso tema
http://biodanzando.myblog.it/archive/2008/12/22/arlecchino-ferruccio-soleri.html

 

 

www.biodanzando.it

Da Zanni ad Arlecchino

Zanni è stata una delle prime maschere della commedia dell’arte e rappresenta il servitore a volte furbo o imbroglione e a volte sciocco o pasticcione

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Zanni

 

ecco una breve rappresentazione teatrale della maschera dello Zanni

 

 

 

col tempo lo Zanni da maschera generica si trasforma in personaggio dando così vita alle più note maschere di Pulcinella, Brighella ed Arlecchino.

Si dice che il vestito multicolore della maschera di Arlecchino derivi da una prima toppa di rammendo messa sul vestito bianco originale simile a quello dello Zanni al quale col tempo se ne aggiunsero altre fino a trasformarsi nel caratteristico costume divenuto famoso in tutto il mondo.

 

Ecco Arlecchino interpretato da Ferruccio Soleri da anni il più famoso Arlecchino dei nostri tempi dopo aver preso il posto di  Marcello Moretti.

Il prossimo sarà il genovese Enrico Bonavera?

 

www.biodanzando.it

La fame dello Zanni

Periodo di festività natalizie e quindi di riposo e relax per tanti.

In questi giorni i post che metterò online saranno dei grandi momenti di teatro, sicuramente noti ai più, da gustare in tranquillità.

Così dopo il grande Totò ecco la grande mimica di Dario Fò nel rappresentare lo Zanni il precursore della maschera di Alrlecchino nella commedia dell’arte.