Festival dell’eccellenza femminile a Formicopoli di Genova


http://www.eccellenzalfemminile.it/

 

vivere visitare


Il Polo Sociale per l’infanzia Formicopoli è lieto di invitarvi domenica 25 alle ore 17,00 presso la nostra sede di Piazza Cernaia 3/6 per un seminario dal titolo “ I maltrattamenti famigliari, il nostro “vedere” e il nostro “fare”organizzato dal festival dell’eccellenza femminile. “E’ un occasione per celebrare la giornata dei diritti dei bambini e la giornata contro la violenza sulle donne”. Interverranno Cinzia Zaccaro, Psicoterapeuta e counsellor, Paolo Martinelli Magistrato e presidente di Light House e Vittoria Gallo Basteris, coordinatore Centro Preconsultoriale Mascherona siete tutti benvenuti. Chiunque volesse il programma completo della manifestazione, lo trova al Formicaio

 

Polo Sociale per l’infanzia

Formicopoli

Piazza Cernaia 3/6

o1o/2461420

www.coopillaboratorio.it

formicopoli@yahoo.it

Il punto sul Cerchio degli Uomini e delle Donne di Genova

4480271.gifQuesta sera si riunirà nuovamente IL CERCHIO DEGLI UOMINI E DELLE DONNE, il gruppo autogestito gratuito di autosostegno che si tiene ogni quindici giorni al venerdì dalle 19.30 alle 21.00 presso il Centro Ametista di Salita San Matteo, 19/16 a Genova.

 Le ultime due riunioni del 2010 saranno appunto quelle del 26/11 e del 10/12 dopodichè si farà il bilancio di questa prima fase per organizzare gli incontri del nuovo anno.

Al momento l’esperienza sta riscuotendo un buon interesse e fanno parte del gruppo più di dieci persone alle quali speriamo continuino ad aggregarsi altri amici e persone sensibili a questo genere di condivisione.
Finora la riunione si è sempre tenuta in un unico cerchio misto di uomini e donne sia per rompere il ghiaccio dei primi incontri e sia
per avere un cerchio più grande.

Questa soluzione anche se si discosta dalla proposta originaria sta funzionado molto bene, il confronto è empatico ed emozionante e i temi molto intimi, forse anche più intimi di quelli che normalmente vengono condivisi con le persone più vicine nella propria vita. Potere del gruppo!!
Pertanto di volta in volta si deciderà quando stare in un unico cerchio e quando dividerlo per genere.

E’ stato creato il decalogo sul funzionamento che viene letto ad ogni inzio riunione in modo che venga ben compreso da chi sta già partecipando da tempo e da chi arriva per la prima volta senza conoscere bene di che si tratta,
Finora il tema della riunione, sempre riferito a “Essere uomini e donne al nostro tempo”, è stato la visone di un video o una lettura signficativa e le condivisioni dei partecipanti sono sempre personali in prima persona e riguardano la propia espereinza. Sono bandite intellettualizzazioni, argomentazioni generiche e teoriche….

Se sei interessato alla sopravivenza di questa importante opportunità sociale a Genova sarai il benvenuto/a e ti invitiamo a fare passaparola invitando chi pensi possa essere interessato e segnalando questo link. 

Altre informazioni dettagliate su come si sviluppa questo gruppo e sulla logisitica si possono trovare a questi links:

http://biodanzando.it/cerchiouomini.htm

http://biodanzando.it/gruppiautosostegno.htm

Libera la Maddalena – Genova 13/11/2010

untitled.jpg

 

Prende avvio il 13 novembre  il progetto “Libera la Maddalena” finalizzato a fare della Maddalena il  quartiere simbolo di Genova in cui poter acquistare o consumare prodotti provenienti da terreni sottratti alle mafie.

Il progetto Libera la Maddalena nasce dall’accordo tra il Patto per lo Sviluppo della Maddalena, “Libera: associazioni nomi e numeri contro le mafie”, Libera Terra Mediterraneo, Civ Maddalena.

Con questa iniziativa, la Maddalena assume, nella città di Genova, un significato simbolico nell’elaborazione e comunicazione di un messaggio sul tema della legalità, della responsabilità civile e del contrasto alle mafie.

La degustazione del 13 novembre  è un frammento di un racconto e di un percorso sul tema della legalità che prevede: dibattiti, letture, film, degustazioni critiche, performance artistiche, azioni pilota sulla legalità e la vivibilità nel quartiere.

Le attività economiche del quartiere hanno aderito al progetto, organizzando presso i negozi e le piazzette la degustazione gratuita che avverrà dalle ore 16 alle 19 di sabato.

 

In vico del Fornaro 16 (piazza Postavecchia) un punto informativo distribuirà la mappa della degustazione e sarà visitabile la mostra fotografica di Libera “ Conoscere per capire, capire per agire”.

 

 

 

TUTTA LA CITTADINANZA E’ INVITATA A PARTECIPARE E A DIFFONDERE LA NOTIZIA.

 

———————————–
Sta accadendo qualcosa di importante alla Maddalena. Un quartiere che troppo spesso è finito sui giornali nelle pagine per le vicende della criminalità locale. Anche di stampo mafioso. Come la confisca di tre bassi e un appartamento di un affiliato a Cosa Nostra o la recente “Operazione Terra di Nessuno” che ha comportato il sequestro di beni per oltre 5 mln. di Euro (prevalentemente alla Maddalena).
Nel Sestiere della Maddalena Sabato 13, dalle 16 alle 19 sarà infatti possibile degustare una selezione di prodotti agroalimentari provenienti da terreni sottratti alle mafie. Un’iniziativa di Comune di Genova, Libera: associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Libera Terra, CIV Maddalena e Patto per lo Sviluppo della Maddalena che ha registrato una grande risposta nella disponibilità degli operatori economici locali.
Con questa iniziativa, la Maddalena assume, nella città di Genova, un significato simbolico nell’elaborazione e nella comunicazione di un messaggio sul tema della legalità, della responsabilità civile e del contrasto alle mafie.
Per questo riteniamo che ognuno di noi debba fare tutto il possibile per dare la massima visibilità all’evento, facendo girare l’informazione in tutte le proprie reti amicali e sociali. A questo fine abbiamo creato una pagina Facebook (link in fondo alla pagina) come luogo virtuale di aggregazione di tutte le persone, le energie e le risorse che si sentono di condividere questo impegno. 
Ma non solo nell’ottica di questo evento; perché quello di sabato è solo il primo frammento di un racconto e di un percorso sul tema della legalità che prevederà dibattiti, letture, film, degustazioni critiche, performance artistiche e azioni pilota sulla legalità e la vivibilità nel quartiere.
 
 

Genova città dei diritti 2010

genova_aerea.jpg

Tra qualche ora avrà inizio a Genova la Settimana Internazionale dei Diritti

Seminari, convegni, interviste pubbliche e incontri istituzionali; film, documentari, presentazioni di libri, spettacoli teatrali e concerti ispirati ai grandi valori umani e civili.
Quest’anno la rassegna ha un taglio spiccatamente internazionale e ha come riferimento alcune delle libertà e alcuni dei diritti più in sofferenza nel mondo. Tra le tematiche: la lotta al traffico degli esseri umani, la condizione della donna, la povertà, illegalità e criminalità organizzata, diritto al lavoro e all’informazione.

A Genova da tutto il mondo premi nobel, giornalisti, scrittori, musicisti, attori, magistrati, testimoni civili a confronto sulle libertà da difendere e i diritti da affermare.

Scarica il programma completo

 http://biodanzando.myblog.it/media/02/02/460757644.mp3

 

www.biodanzando.it

Lo sbarco a Genova della nave dei diritti – sabato 26 giugno

barchetta.jpg(ANSA) – GENOVA, 22 GIU – Approdera’ sabato a Genova la ”Nave dei diritti” partita da Barcellona con a bordo mille italiani residenti all’estero.

L’iniziativa simbolica, denominata ”Lo Sbarco”, nel ricordare i 150 anni dell’impresa dei garibaldini vuole denunciare la deriva culturale, politica e sociale della societa’ italiana e la messa in discussione da parte del Governo di diritti acquisiti. Vi hanno aderito, tra gli altri, i premi Nobel Dario Fo e Jose’ Saramago, Carlo Verdone, Sabina Guzzanti, Moni Ovadia, Franco Battiato, Don Gallo, Beppe Grillo.

Link: www.losbarco.org

Sul sito di riferimento tanti video, eventi e articoli molto interessanti decisamente da visitare…

  

 

www.biodanzando.it