Il Blog si trasferisce

http://riccardocazzulo.blogspot.it/

trasferimento

Nato per gioco l’8 settembre 2008 questo blog mi ha accompagnato per quasi cinque anni e mezzo superando la difficoltà, ben nota ai blogger,  di riuscire a resistere nel tempo senza spegnersi come una candela. Senza grandi pretese e con l’intento di misurarmi con i nuovi strumenti dell’era digitale ho postato un pò di tutto privilegiando una prospettiva che mi appartiene: quella del facilitatore di Biodanza, dello studente in psicologia e di chi si interessa a certe forme di arte dal punto di vista creativo ma sopratutto come strumento di trasformazione personale. Si è trattato di un piacevole e costruttivo passatempo.

Recentemente la piattaforma sulla quale si appoggia il blog (Virgilio) è stata completamente rinnovata e sono sorte delle difficoltà operative di vario genere tra le quali anche quella relativa all’inserimento di commenti da parte di chi non è iscritto alla community di Virgilio. Dopo alcune riflessioni, ispirato anche dal tema della costante necessità di cambiamento, ho deciso di passare ad un’altra piattaforma che ritengo più adatta alla mie esigenze approfittando dell’occasione per cercare di rinnovare in qualche misura le tematiche di riferimento.

Questo blog rimarrà online e continuerà ad essere consultabile mentre i nuovi post a partire da oggi saranno pubblicati su quello nuovo dove probabilmente verranno ripresi nel tempo alcuni degli articoli qua presenti.

Grazie a tutti coloro che hanno avuto piacere e interesse a leggere alcuni dei contenuti.

Il nuovo indirizzo è http://riccardocazzulo.blogspot.it/

 

 

 

Settembre

 

La parte più calda dell’estate è terminata e anche il blog, che non era mai stato muto per così tanto tempo, riprende a vivere.

Settembre, sapore di nuovi inizi, aria frizzante e un ritrovato piacere per la vita cittadina…. questo potrebbe essere l’adeguato sottofondo musicale


 http://biodanzando.myblog.it/media/02/00/649724767.mp3


Stai, solo per un po’
Stai, e lascia ch’io ti guardi
E’ passato così tanto, ti conoscevo appena
In piedi sulla porta
Stai un po’ con me
Voglio solo parlarti
Abbiamo viaggiato mezzo mondo
Per ritrovarci ancora
Mattino di Settembre
Abbiamo danzato finché la notte è diventata un giorno nuovo di zecca
Due amanti a recitare scene di opere romantiche
Il mattino di Settembre mi fa ancora sentire in quel modo
Guarda ciò che hai fatto
Perché sei diventata una ragazza grande?
Sento ancora te che piangevi
Nell’angolo della tua stanza
E guarda quanto siamo arrivati lontani
Quanto lontani da dove eravamo
Ma non così d’aver dimenticato
Com’era prima
Mattino di Settembre
Ti ricordi come abbiamo mandato via la notte ballando?
Due amanti a recitare scene di opere romantiche
Il mattino di Settembre mi fa ancora sentire in quel modo

 

 

www.biodanzando.it