Albert Bandura, Modeling e aggressività

27zi0if.jpgAlbert Bandura è noto per la Teoria dell’Apprendimento Sociale, il concetto di Modellamento (Modeling) e di Autoefficacia (Self Empowerment).
Uno dei punti centrali della sua teoria è appunto quello di Modeling e cioè il processo di apprendimento che si attiva dall’osservazione del comportamento di un altro individuo che assolve la funzione di modello.

Molto noti sono gli esperimenti sull’aggressività che fece con “Bobo doll”, la bambola Bobo, dove dimostrò che il comportamento aggressivo può essere modellato e cioè appreso per imitazione.

L’esperimento conisteva nel formare tre gruppi di bambini in età prescolare e procedette in questo modo:

  • nel primo gruppo inserì uno dei suoi collaboratori che si mostrò aggressivo nei confronti di un pupazzo gonfiabile chiamato Bobo. L’adulto picchiava il pupazzo con un martello gridando: «Picchialo sul naso!» e «Pum!».
  • nel secondo gruppo, quello di confronto, un altro collaboratore giocava con le costruzioni di legno senza manifestare alcun tipo di aggressività nei confronti di Bobo.
  • infine, il terzo gruppo, quello di controllo, era formato da bambini che giocavano da soli e liberamente, senza alcun adulto con funzione di modello.

In una fase successiva i bambini venivano condotti in una stanza nella quale vi erano giochi neutri (peluche, modellini di camion) e giochi aggressivi (fucili, Bobo, una palla con una faccia dipinta legata ad una corda).

Bandura poté verificare che i bambini che avevano osservato l’adulto picchiare Bobo manifestavano un’incidenza maggiore di comportamenti aggressivi, sia rispetto a quelli che avevano visto il modello pacifico sia rispetto a quelli che avevano giocato da soli.

Da questi esperimenti nasceva la teoria dell’apprendimeto sociale

Da vedere i filmati fatti su su queste ricerche

http://youtu.be/Pr0OTCVtHbU

A questo punto possiamo trarre da noi le conclusioni sulla responsabilità che hanno gli adulti nei confronti delle nuove generazioni.

www.biodanzando.it

Albert Bandura, Modeling e aggressivitàultima modifica: 2010-10-01T13:14:00+00:00da dioniso61
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento