Enneagramma ed Enneatipi

Enneagramma_tipi.jpgL’origine dell’Enneagramma è antichissima e molto probabilmente la matrice proviene dal misticismo medio-orientale e dal mondo sufi.
Da sempre tramandato per via orale è uno strumento che cerca di indagare sulla personalità ed il carattere degli individui. Nonostante le origini remote, e appunto non trasmesse in forma scritta,
 questo insegnamento è giunto intatto fino ai nostri giorni e negli ultimi anni ha raggiunto un livello altissimo di interesse attraverso libri, corsi e seminari.

Solo dagli anni ’50 è apparso qualcosa di scritto e la conoscenza e diffusione di tale metodo è dovuto principalmente alle ricerche di Gurdjieff, Ichazo e Naranjo.

Anche all’interno dei miei corsi di Olodramma inserisco spesso questo strumento come base di partenza per poi andare ad esplorare il mondo interiore dei partecipanti attraverso le tecniche tipiche del metodo.

Una sintesi chiara sull’Enneagramma per chi non lo consoce per nulla si può trovare su Wikipedia
http://it.wikipedia.org/wiki/Enneagramma

Di seguito segnalo uno schema molto sintetico e preciso dei nove Enneatipi secondo le ricerche di Helen Palmer, come si vede ogni Enneatipo parte da un lato ombra della personalità per giungere ad un livello superiore definito “evoluto”

1.  Il Perfezionista. Critico nei confronti di se
stesso e degli altri. E’ convinto che ci sia un solo
modo giusto. Si sente moralmente superiore.
Tende a procrastinare per paura di sbagliare. Usa
molto il “si dovrebbe” e il “si deve”.

I tipi UNO evoluti hanno un acuto spirito critico e sono dei modelli sul piano etico.

2. L’Altruista. Cerca affetto e approvazione.
Vuole essere amato e apprezzato diventando
indispensabile per gli altri. Si è votato a
soddisfare i bisogni degli altri. Tende a
manipolare le persone. Ha molti tipi di personalità
e ne mostra uno diverso a ogni amico. E1 un
seduttore che non molla.

I tipi DUE evoluti sono veramente altruisti e di sostegno per il prossimo.

3.    L’Organizzatore. Cerca di essere amato per le
sue capacità e realizzazioni. E’ competitivo. E’
ossessionato dalla preoccupazione di risultare
vincitore e vive in uno stato di perenne confronto.
E’ un campione nell’apparire. Ha una personalità
particolarmente vivace e reattiva. Confonde il
vero io col ruolo professionale in cui si identifica.
A volte si mostra più produttivo di quanto non sia
in realtà.

I tipi TRE evoluti possono essere formidabili trascinatori, buoni organizzatori, promotori competenti e leader di squadre vincenti.

4. Il Genio che tende ad incupirsi. E’ attirato
dall’irraggiungibile: l’ideale non è mai alla portata
di mano. Tragico, triste, creativo, sensibile; la sua
attenzione è focalizzata sull’amato assente, sulla
perdita di un amico.

I tipi QUATTRO evoluti hanno uno stile di vita creativo e sono in grado di aiutare gli altri a liberarsi del proprio dolore. Votati a un’ideale di bellezza e a una vita appassionata: la nascita, il sesso, le cose eccitanti, la morte, ecc.

5.    L’Osservatore. Si mantiene a una certa
distanza emotiva dagli altri. Difende la sua
intimità, non si lascia coinvolgere. “Fare a meno
di…” è una sua difesa contro il coinvolgimento. Si
sente svuotato dal coinvolgimento e dalle
richieste degli altri. Suddivide gli obblighi in
settori; mantiene un atteggiamento di distacco nei
confronti della gente, dei sentimenti e delle cose.

I tipi CINQUE evoluti possono essere eccellenti decisionisti, studiosi ben assestati nella loro torre d’avorio o asceti che vivono in semplicità.


6. Il Collaboratore fidato. Timoroso, coscienzioso, tormentato dal dubbio. Portato a rimandare (il pensiero prende il posto dell’azione), ha paura di agire perché esporsi può portare ad essere attaccati. Si identifica con le cause dei deboli, per nulla autoritario, sacrifica se stesso ed è fedele alla causa. Il SEI fobico vacilla, si sente perseguitato e si arrende se messo alle strette. Il SEI controfobico si sente perennemente messo alle strette e allora affronta colui che incute terrore aggredendolo.

I SEI evoluti possono essere ottimi compagni di squadra, soldati leali e buoni amici. Lavorano per una causa con lo zelo con cui gli altri lavorano per l’interesse personale.

7.    L’Incorreggibile ottimista. Peter Pan, l’eterno
fanciullo (puer aeternus). Dilettante, amante
incostante, degustatore superficiale, avventuroso, ha un
approccio da appassionato intenditore nei confronti
della vita. Ha paura di impegnarsi, vuole mantenere
aperte diverse possibilità ed essere sempre di buon
umore. Generalmente è felice, la sua compagnia è
stimolante, ha l’abitudine di iniziare tante cose senza
mai portarle a termine.

I tipi SETTE evoluti fanno ottime sintesi, sono buoni teorici, e tipi illuminati.

8. Il boss. Protettivo all’eccesso, prende le difese di sé
e degli amici; è combattivo, prende il comando, ama la
rissa. Deve dominare. Manifesta apertamente rabbia e
aggressività; ha un profondo rispetto per gli avversari
che resistono e combattono. Cerca il contatto
attraverso il sesso e i confronti faccia a faccia. Ha uno
stile di vita improntato all’eccesso: troppo, troppo tardi
la notte, troppo rumoroso.

I tipi OTTO evoluti sono eccellenti leader, specialmente nel ruolo di antagonisti. Possono difendere con forza altre persone; vogliono rendere la vita sicura ai loro amici.

9. Il Pacifico. Terribilmente ambivalente; considera
tutti i punti di vista; sostituisce i propri desideri con
quelli degli altri e gli obiettivi reali con attività di
secondaria importanza. Tende a stordirsi col cibo, la
TV e il bere. Conosce i bisogni degli altri meglio dei
suoi; tende a prendere tempo tra un’azione e l’altra, non
essendo sicuro se vuole essere qui o no, se vuoi far
parte della squadra o no. E’ un tipo simpatico; la rabbia
viene fuori solo indirettamente.

I tipi NOVE evoluti sono eccellenti pacieri, consiglieri, intermediari e ottengono ottimi risultati, quando si prefiggono uno scopo.

 

 

Secondo la ricerca di Claudio Naranjo sull’Enneagramma ogni Enneatipo parte da uno dei sette vizi capitali ai quali aggiungere paura e vanità come si può vedere in questo schema che prende in considerazione anche le relative assonanze

 

enneagramma-2-crescita.jpg

 

infine in questo ultimo schema troviamo le virtù per ogni Enneatipo essendo appunto lo scopo dell’Enneagramma quello di far crescere ed evolvere le persone attraverso la ricerca e la consapevolezza di sè e dei propri atteggiamenti “nevrotici”.

enneagramma virtù.jpg

 

Per chi vuole approfondire non mancano di certo dei buoni testi sui quali riflettere.

Buona ricerca

 

 

www.biodanzando.it

 

Enneagramma ed Enneatipiultima modifica: 2010-06-25T17:13:00+00:00da dioniso61
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento