La crisi secondo Albert Einstein


einstein.jpg“Non possiamo  pretendere che  le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.

 La crisi è la più grande benedizione  per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla  notte oscura. E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi  supera sé stesso senza essere ‘superato’.


Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi, è la crisi dell’incompetenza. L’ inconveniente delle   persone e delle nazioni  è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il  conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi pericolosa, che  è la tragedia di non voler lottare  per superarla.”

 

Albert Einstein

24 pensieri su “La crisi secondo Albert Einstein

  1. mahhh, se ogn i volta per cambiare dobbiamo avere una crisi, vuole dire che quello che ho fatto in tempo di non crisi non servre ad un caz.. questo mi sgonfia di brutto, albert sarai un grande ma per me anche lontano dai normali, scusa ma anche in momenti belli ho innovato, forse sei tu che non vedi l’ora di una crisi per fare il moralista. Ciao belli

  2. Eistein dice: ci sono due cose che sono infinito, l’universo e la stupidità dell’essere umano.Eistein ci incoraggia di non stare seduti a girare le police finche passa la crisi, di usare questa occasione per mettere in discusione della nostra esistenza. I soldi non è il metro per misurare il sucesso o felicità- come disse tanti saggi e santi. grazie Eistein.

  3. “mahhh, se ogn i volta per cambiare dobbiamo avere una crisi, vuole dire che quello che ho fatto in tempo di non crisi non servre ad un caz.. questo mi sgonfia di brutto, albert sarai un grande ma per me anche lontano dai normali, scusa ma anche in momenti belli ho innovato, forse sei tu che non vedi l’ora di una crisi per fare il moralista. Ciao belli”
    ALEX, SEI UN IDIOTA. QUELLO CHE FAI IN TEMPI NORMALI SE VERAMENTE VALE NON AVRA’ PROBLEMI IN TEMPO DI CRISI. SE LE COSE CHE FAI (E QUESTO VALE PER TUTTE LE INNOVAZIONI) DANNO DEI VERI VANTAGGI AGLI ALTRI NON BASTERA’ UNA CRISI A CANCELLARLE. IN TEMPO DI CRISI SI ELIMINANO TUTTE LE COSE INUTILI. RIMANE CIO’ CHE DAVVERO SERVE. E’ CHIARO CHE QUESTO NON E’ UN AUTOMATISMO CERTO. SI DOVRA’ LOTTARE PERSONALMENTE PER ESSERE CERTI CHE IL VANTAGGIO GENERATO NON VADA PERSO A DANNO DI TUTTI. I RITORNI FACILI E SENZA SFORZI SONO DEI FURTI A DANNO DEGLI ALTRI. E LA COMPETENZA PER CAPIRE DOVE SI SBAGLIA E CIO’ CHE CONTA PER EVITARE LE CRISI. QUELLA STESSA COMPETENZA CHE PUO’ GENERARE INNOVAZIONE.

  4. MESSAGGIO PER IL SINDACO DI LA MADDALENA OT.
    Il mio predecessore,la pensava esattamente come Me,è inutile piangersi a dosso bisogna reagire.Il nostro paese ha avuto una sfortuna un sindaco come lei PIAGNONE è una fortuna che non ha apprezzato, un IMPRENDITORE come Me.La crisi si combatte con le idee,le mie,e si perde con il suo immobilismo,PECCATO per il paese,l’inversione dei ruoli.

  5. Questo è il classico esempio di come un personaggio bravissimo nel suo campo, tanto da aver conquistato il premio Nobel, quando si occupa d’altro dice cose insensate. O quanto meno quello che potrebbe dire il primo che passa per strada. L’essere bravo in fisica, non fa automaticamente di Eisten un guru in altri campi.

  6. IO SAREI DACCORDO, SE LA CRISI FOSSE DI ORIGINI NATURALE, MA NON QUESTA CRISI CREATA DI PROPOSITO DAI POTERI OCCULTI , CIOè BANCHIERI, CIOè (ROTHSCHILD) VATICANO ,REGINA BRITANNICA, PER I LORO SCOPI CRIMINOSI ESOTERICI.QUINDI AFFAMARE LE NAZIONI E PORTARE DOLORE E MALATTIE, PERCHè QUESTI CRIMINALI VIVONO E SI NUTRONO DELLE SOFFERENZE DELLA POVERA GENTE, E HANNO UN SOLO SCOPO RIDURRE DEL 50% LA POPOLAZIONE SU QUESTO PIANETA RIFLETTETE RAGAZZIìì

  7. Einstein si riferisce alla crisi dell’essere umano in se, racconta la sua storia, lui che di crisi esistenziali ne avrà affrontate a migliaia. Per un uomo che ogni giorno affronta delle problematiche quasi impercettibili, che utilizza una creatività immensa solo per immaginare di viaggiare su di un fascio di luce e verificarne gli effetti, entrare in crisi è davvero semplice. Ma solo grazie ad essa la sua mente è stata in grado di affrontare dei problemi che hanno rivoluzionato il mondo. Senza la sua crisi non avremmo oggi la relatività generale. O la avremmo avuta in ritardo.

  8. Non mi meraviglia che il padre della teoria della relatività abbia questa convinzione sulla crisi (si riferisce a quella economica non spirituale), ma vorrei un parere sulla crisi dalle migliaia e migliaia di persone che hanno perso il lavoro. Einstein: appunto, la relatività

    • be reinventarci è cosa buona. ma cambiare tuttttA QUANTA la classe politica è cosa bbbuona e gggiusta, finche ci saranno i piragna a governarci avremo regolarm. crisi da combattere fame compresa. non occorre solo la ns. volontà, occorrre anche avere buoni e quasionesti amministratori, ovvia. debellando in primis LA MAFIA CHE è LA PRIMA VERA FORZA ITALIANA, PER SCONFIGGERLA BASTA LA VOLONTA DEGLI ITALIANI….. SENZA PAURA!!!

Lascia un Commento